Seleziona una pagina

Blog • INFORMATICA

IL SITO WEB AZIENDALE:
LE SUE CARATTERISTICHE.

Parte II

Il sito è stato progettato secondo le indicazioni fornite nella prima parte (leggi l’articolo) ed è online o almeno è pronto per andarci. Purtroppo non si tratta dello stesso scenario. In realtà, molto dipende dagli obiettivi: se il sito si limita, per così dire, a pura esposizione dell’immagine aziendale, allora non si pone alcun problema di ottimizzazione per i motori di ricerca. Il lavoro condotto si sarà indirizzato sullo stile e sui valori del brand. Diversamente, se il sito è pensato per la ricerca della clientela, secondo il settore e il target di riferimento, allora diventa fondamentale controllare che la sua struttura sia, come si dice, SEO ready, pronta per il percorso di crescita in termini di visibilità online. SEO è proprio l’acronimo di Search Engine Optimization, letteralmente l’ottimizzazione, del sito o del blog, nei risultati organici dei motori di ricerca. Valutiamone i dettagli.

Tecnica, SEO, contenuti e utenti.

Il sito web aziendale: tecnica e SEO.

La SEO, fra tutte le attività tecniche coinvolte dalla creazione di un sito web è quella che nel tempo, è andata incontro alle maggiori trasformazioni. La revisione costante degli algoritmi di ciascun motore di ricerca, e di Google in particolare, ha richiesto un aggiornamento continuo delle strategie e delle tecniche operative per restare ancorati a livelli alti di visibilità online. Un dato di fatto: la struttura tecnica del sito web o del blog. Se la scelta condotta in azienda è stata quella di farsi sviluppare un CMS (Content Management System, un sistema di gestione dei contenuti) dedicato, è fondamentale assicurarsi che lo sviluppatore abbia lavorato secondo le indicazioni di Google e dei principali motori di ricerca, in termini di codice e di sue ottimizzazioni strutturali, quali la compressione e altre caratteristiche formali. Se invece la scelta è stata quella di scegliere un CMS standard, come WordPress o Joomla, allora è importante aver valutato insieme al professionista, la fornitura di un apparato premium di tema e plugin, per sincerarsi che il sito sia curato sotto gli aspetti dello sviluppo.

Ma oggi è il ruolo dell’utente a essere sempre più centrale e gli orientamenti attuali nella SEO si indirizzano verso di lui. Sono le esperienze reali dell’utente a diventare il metro da cui un motore di ricerca come Google parte per identificare il grado di ottimizzazione di un sito. Proprio l’utente, con il suo dispositivo e le sue reali esperienze nella navigazione fra le pagine, tanto che si parla di SEO UX, dove UX sta per User Experience, ormai un binomio consolidato.

Quindi sì ai contenuti legati alla propria azienda, certamente scelti e pubblicati secondo le tecniche SEO tradizionali, quali keyword e sempre più keyword phrase, insieme a molte altre, ma non solo, contenuti sempre più pertinenti per la propria utenza che sceglierà di permanere nel sito, senza abbandonare subito la navigazione nella pagina, senza “rimbalzarne” al di fuori, per cui si parla di bounce rate, il tasso/frequenza di rimbalzo. L’attività di content marketing resta sempre di primo piano, ma l’ingrediente per un buon sito web aziendale è la stesura accurata dei suoi contenuti e il loro continuo aggiornamento per la nicchia dei potenziali interessati.

FormadHoc propone corsi personalizzati in Canton Ticino. Compila il modulo per ricevere informazioni.

Consenso al trattamento dei dati da parte di FormadHoc, secondo il disposto del Regolamento UE 679/2016 (GDPR) e l'Informativa sulla Privacy pubblicata nella homepage di questo sito.

Informazioni servizi

10 + 2 =